Biografia

Le Atmosfere sono Giuseppe Ferraro (voce), Valentino Canale (chitarra), Francesco Murgia (sintetizzatori, programming), Giuseppe Senese (basso), Marco de Maio (batteria). Nati e cresciuti nella provincia di Caserta, i cinque musicisti hanno fatto i loro primi passi attirando l’attenzione del pubblico attraverso numerose esibizioni live e partecipazioni a festival e concorsi nazionali.

Nel 2007 vincono il Band in Festival, festival locale tra band della provincia di Caserta. Nel giugno 2008 con Volevo solo dirti partecipano al noto concorso nazionale presidiato da Mogol, ovvero il Tour Music Fest, arrivando ai quarti di finale. Nel novembre 2008 dopo una lunga selezione approdano al Sanremo Rock Festival classificandosi sesti ai punteggi finali con il brano Volevo solo dirti.

Nell’aprile 2009 partecipano alla finale di Una voce per Sanremo eseguendo il brano Mentre lui gioca li.

Nel 2010 partecipano ad Area Sanremo eseguendo il brano Seduto qui. Il 2010 è anche l’anno del loro esordio discografico con l’album Primo, prodotto da Robin Hood Records & Popi Fabrizio per Bideri spaSunnybit. L’album racchiude 7 brani inediti scritti da Giuseppe Ferraro. Nel 2011 al Tour Music Fest con il brano inedito L’altro me si piazzano tra i primi sedici classificati.

Nel Gennaio del 2013 viene pubblicato il singolo L’altro me, il quale annuncia definitivamente un nuovo sound rispetto agli anni passati, proponendo sonorità elettroniche senza però abbandonare le proprie radici rock. Nell ottobre 2013 pubblicano il video del brano Mentre lui gioca lì, una versione completamente riarrangiata, con la quale viene sperimentato un singolare mix compositivo tra il pianoforte ed arrangiamenti elettronici. Consolidata questa nuova atmosfera la band si aggiudica il primo posto all’Insomnia contest. Nel Gennaio del 2014 viene pubblicato il videoclip di Pensiero stupendo, brano di Patty Pravo riarrangiato dalla band in chiave pop/rock. L’estate 2014 vede le Atmosfere vincitori del primo University Music Festival della Regione Campania, esibendosi sul palco dell’Arenile di Bagnoli (NA). Nell’autunno seguente, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, viene realizzato il videoclip del singolo Vivo a testa in giù.

Giuseppe Ferraro

Nasce nell’ottobre del 1981, Cresce ascoltando i Queen, Brian adams, Bonjovi, Guns ‘n’ Roses, Nirvana. All’età di 14 anni inizia a cantare le sue prime note. Poco dopo inizia ad appassionarsi di House music e garage ascoltando Tod Terry, Barbara Tucker, Janet jackson. Artisticamente nasce nel 1997 come disk jockey per feste private e discoteche. Nel 1999 intraprende la strada della musica live accantonando la consolle e frequentando corsi di chitarra dal maestro Felice Malinconico per circa 2 anni. Nel 2000 inizia a scrivere testi e a comporre le sue prime canzoni. Nel 2001 nasce la sua prima band (ancora oggi non ha un nome) formata nell’ambito scolastico che lo vede cantante e chitarrista. Nel 2003 viene convocato da una band rock casertana “Libido” come chitarrista e corista esercitando le prime esperienze live tra locali della provincia di Caserta e partecipando nel 2004 al “Rock Targato Italia”. Nel 2005 Giuseppe vede nascere quella che sarà la band della sua vita: “le atmosfere”. Accorgendosi sin da subito di voler intraprendere un percorso musicale b1en preciso con la nuova formazione, con l’intento di raffinare la sua tecnica e maturare maggiormente la sua voce, decide di frequentare lezioni di canto presso l’accademia della voce del mestro Maria Massa (ancora oggi sua insegnante). Nel settembre 2007 scrive e compone i brani per la prima demo de Le Atmosfere provando per la prima volta l’emozione di cantare dal vivo i propri pezzi (emozione che lo porterà d’ora in avanti a scrivere sempre di più). Nel settembre 2007 partecipa allo stage musicale del “Tour Music Fest” tenuto da Luca Pitteri (tecnica vocale), Franco Fasano (composizione della miusica italiana) e da Robert Steiner (formazioni sul musical). Nel dicembre 2008 e nel giugno 2009 partecipa al musical “Notredame de Paris” con la compagnia dell’accademia della voce diretta da Maria Massa interpretando il ruolo di Grangoire. Afferma che bisogna credere nei propri sogni giorno per giorno fin quando essi non si realizzano.

Valentino Canale

Classe ’84, afferma di aver ricevuto la chitarra in dono da un mendicante con queste parole: “fanne buon uso”. Da ragazzo si avvicina alla musica ed alla chitarra, ascoltando album di artisti come Dire Straits, Pink Floyd, Creedence CR, Santana. All’età di 14 anni, inizia un percorso di studi e lezioni private di chitarra elettrica presso diversi maestri casertani tra cui Marco Sfogli e Ciro Manna, di notorietà internazionale. Dall’età di 25 anni in poi, gli studi musicali e la ricerca compositiva proseguono estendendosi ad altri strumenti quali basso elettrico, tastiere, percussioni, campionatori e midi controller, synth. Nel 2010 entra a far parte de Le Atmosfere; Il suo entusiasmo verso questo progetto lo spinge a consolidare gli studi in “Produzione musicale” e “Mix engineering”, contribuendo notevolmente alla produzione di nuovi inediti all’interno della band.

Francesco Murgia

Francesco Murgia (Caserta, 9 agosto 1990) é pianista, tastierista. Mostra interesse per la musica sin dall’età di 3 anni, seguendo le orme di suo zio, tastierista e chitarrista. In breve tempo riesce a sviluppare un ottimo orecchio e a 6 anni inizia a improvvisare sulla sua prima tastiera tutte le canzoni che lo zio gli fa ascoltare; qualche anno dopo scopre che tra i tanti motivetti che gli piacevano c’erano quelli di Mike Oldfield, Phil Collins, Europe, Sting, U2, Pink Floyd, Elton John. All’età di 12 anni decide di intraprendere gli studi di pianoforte classico, seguito dai maestri Dino Massa e Mena Santacroce. Nel 2004 assieme ad alcuni amici, costituisce un gruppo chiamato “Controcorrente”, con i quali si esibisce in feste e manifestazioni locali. Nel 2010 abbandona il conservatorio, affacciandosi definitivamente al mondo dei synth e del pop/rock: “non é stata una scelta facile, la musica classica mi piaceva, ma capii ben presto di voler far parte di una band e occupare un posto sul palco”. Dopo poco tempo, in seguito a varie collaborazioni con band e progetti casertani, nell’autunno del 2010 entra a far parte de Le Atmosfere realizzando finalmente il suo desiderio. Afferma: “la musica non ti tradirà mai!”.

Giuseppe Senese

Classe ’89, Bassista e Rapper. Definisce la musica sua eterna amica di vita. Sin da bambino sogna di diventare musicista mentre “gioca” ad essere percussionista con il proprio nonno (fisarmonicista). All’età di 10 anni ascoltando una musicassetta degli “Iron Maiden” acquistata dal fratello maggiore, fa una scoperta che gli rivoluzionerà la vita, il suono del basso di Steve Harris! All’età di 13 anni, finalmente, con l’appoggio della famiglia acquista il suo primo basso; inizia sin da subito a improvvisare ad “orecchio” riuscendo a riproporre alcuni riff di Harris. Decide che da lì in avanti il basso sarà lo strumento della sua vita. Alle scuole medie, inoltre, si iscrive al corso di musica pomeridiano, studiando pianoforte (abbandonato poi con la fine degli studi). All’ età di 15 anni con gli amici di sempre, forma la sua prima band dal nome Desert Flowers (Cover Band Iron Maiden) esibendosi così in diversi festival provinciali e regionali. Nel 2007 entra a far parte degli Endofgraoe (band Casertana Prog. Power Metal) continuando le esperienze live, tra le più importanti quella del Bellona Metal Fest (insieme agli Eldrich) e L’Heavy Naples (insieme a Pino Scotto e DGM) organizzato al Teatro Palapartenope (NA). Nel frattempo collabora come turnista con vari artisti e band della provincia, nel 2011 entra a far parte degli Enoch (band casertana Black Death Metal) e nel dicembre del 2012 entra a far parte de Le Atmosfere. Ha sempre avuto un ampia visione musicale, preferendo il Metal (Iron Maiden, Death Helloween, Sadus, Nlanowar, Testament) e il Rap (Eminem, Marracash, Fabri Fibra). Agli inizi del 2015 decide di arricchire le sue esperienze musicali come rapper, registrando il fraseggio rap nel singolo “Vivo a testa in giù” con Le Atmosfere, scoprendo così sulla propria pelle di essere in continua evoluzione musicale.

Marco De Maio

Classe ’92 , sin da piccolo ha avuto attrazione verso la musica e soprattutto per la battteria:”da ragazzino ero attratto da qualsiasi strumento percussivo, ricordo con nostalgia il Natale nel quale mi arrivò la prima batteria, una Centuri rossa, era la cosa a cui tenevo di più e per il primo periodo la suonai nel corridoio di casa … “. Ha iniziato a studiare all’età di 11 anni dal maestro Tony Martuccelli, il quale grazie alla sua ottima esperienza e professionalità nel campo è riuscito ad indirizzarlo nel migliore dei modi in quello che è il mondo della musica, e della batteria. Ha avuto modo di iniziare l’attività live già all’età di 14· anni , lavorando con piccole orchestre spettacolo, le quali gli hanno dato la possibilità di affrontare e superare la “paura del palcoscenico”. Nel 2008 è entrato a far parte dei “Manima”, gruppo che eseguiva brani che spaziavano tra il rock, funky, blues e disco anni 70- 80. Nel 2009 conosce Giusepppe Fichele, vincitore nel 2007 della trasmissione televisiva di RAI 1I Raccomandati”, da lì in poi è iniziata una nuova avventura che, oltre ai live, lo ha portato a conoscere il mondo televisivo. Contemporaneamente al progetto con Giuseppe, nel 2010 entra a far parte dei “Mane & Mane”, gruppo cover di Enzo Avitabile, con il quale è in tour ancora oggi. Nel 2012 viene ammesso al Conservatorio G. Martucci di Salerno. Portata a termine la sessione di esami del primo anno decide di sospendere il percorso di laurea per dedicarsi a uno studio più intenso sullo strumento, prendendo lezioni private con i maestri: Maurizio Dei Lazzaretti, Lele Melotti, Ettore Mancini e Salvatore Tranchini. Attualmente studia con il maestro Alfredo Golino. Nel 2014 entra nella “Sugar Band”, gruppo cover di Zucchero. Con la stessa formazione nella stagione 2014 ha collaborato con diversi artisti e aperto numerosi concerti ad Anna Tatangelo per il tour 2014. Nel 2015 entra a far parte de Le Atmosfere con il quale è impegnato per la realizzazione del nuovo album. Ulteriori collaborazioni: Dhamm, Erminio Sinni , Sasha Torrisi (ex cantante dei Timoria), Carmine Capasso, Movida Live Band, Stip Ca’ TruovExe.